Bollatura libri sociali

 

Si ricorda che dal 25 ottobre 2001, sulla scorta di quanto previsto dalla legge 383/01, è stato soppresso l'obbligo della bollatura per il libro giornale (e relativi sezionali), il libro inventari, i libri IVA (registro fatture, registro corrispettivi e registro acquisti), nonché per le scritture contabili previste ai fini delle imposte dirette.

Per questi ultimi permane l'obbligo della numerazione, che viene eseguita direttamente dal soggetto    obbligato alla tenuta delle scritture attribuendo un numero progressivo a ciascuna pagina, prima di utilizzarle. L’imposta di bollo relativa alla numerazione del libro giornale e del libro inventari è di € 32,00 ogni cento pagine o frazione di cento pagine, ad esclusione dei soggetti che assolvono in modo forfettario la tassa sulle concessioni governative (società di capitali).
 

Il registro di carico e scarico dei rifiuti dovrà essere numerato e vidimato dalla Camera di Commercio territorialmente competente (art.190 comma 6 del d. lgs. 152/2006, modificato dal d.lgs.4/2008), potrà essere presentato presso gli sportelli, in via Roma 75, Caserta, da chiunque incaricato dall'impresa, non necessariamente dal legale rappresentante. 

Dovranno essere corrisposti € 25,00 per diritti di segreteria, indipendentemente dal numero delle pagine, da versare in contanti o a mezzo pos PagoPA presso gli appositi sportelli, mentre non è dovuta la tassa di concessione governativa, né l'imposta di bollo. 

Rimane l'obbligo di bollatura per gli altri libri sociali previsti dal codice civile ex art. 2421, e cioè:

  • libro dei soci
  • libro delle obbligazioni
  • libro delle adunanze e delle deliberazioni delle assemblee
  • libro delle adunanze e delle deliberazioni del consiglio di amministrazione o del consiglio di gestione
  • libro adunanze e delle deliberazioni del collegio sindacale o del consiglio di sorveglianza o del comitato per il controllo della gestione
  • libro adunanze e delle deliberazioni del comitato esecutivo
  • libro delle adunanze e delle deliberazioni delle assemblee degli obbligazionisti
  • libro degli strumenti finanziari emessi ai sensi dell'art.2447 sexies c.c.

e per ogni altro libro o registro per il quale l'obbligo della bollatura è previsto da norme speciali


Modalità di presentazione dei libri da bollare/vidimare
I libri rilegati che vengono presentati allo sportello per la bollatura, devono essere numerati progressivamente ed intestati in copertina, sulla prima o sull'ultima pagina numerata.

i libri/registri a fogli mobili e a modulo continuo, devono, altresì, riportare in ogni pagina:

  • la denominazione dell'impresa
  • il codice fiscale o partita IVA
  • il tipo di libro
     

Le pagine non numerate devono essere annullate o con una riga o con la dicitura "spazio non utilizzabile". La bollatura/vidimazione è soggetta al pagamento dei diritti di segreteria di euro 25,00, della tassa di concessione governativa e dell'imposta di bollo: le modalità di pagamento e gli importi variano in base alla natura giuridica dell'impresa.
I casi di esenzione dal versamento dei diritti, marche da bollo e tasse di concessione governativa devono essere indicati a cura dell'interessato sull'ultima pagina del libro e deve essere allegata valida documentazione dimostrativa.
L'ufficio non potrà procedere alla vidimazione/bollatura di libri, registri e scritture contabili quando:
a) Non vi è competenza territoriale;
b) La competenza alla bollatura/vidimazione è di altro Ente;
c) Non sono predisposti secondo le modalità di cui sopra;
d) Sono già posti in uso dall'impresa prima della richiesta di vidimazione;
e) I fogli si presentano con la numerazione cancellata o modificata;
f) Non sono corredati del pagamento dei diritti di segreteria, dell'imposta di bollo e delle tasse di concessione governativa (quando dovuti);
g) Il richiedente non risulta in regola con il pagamento del Diritto annuale nell'ultimo quinquennio.
 

La bollatura di libri e registri viene effettuata nel termine massimo di 3 (tre) giorni dalla presentazione.

Di norma il ritiro avviene già il primo giorno di apertura successivo alla consegna.

Tuttavia, in funzione dei flussi delle richieste e della consistenza del libro/registro, l'ufficio potrà indicare diversi tempi di ritiro.
 

I Libri/Registri vidimati potranno essere ritirati soltanto da persona munita della ricevuta di presentazione e di un valido documento di identificazione, anche senza delega.

 

ATTIVAZIONE SERVIZIO LIBRI DIGITALI

La Camera di Commercio di Caserta, nell'ambito delle iniziative volte a favorire il processo di digitalizzazione del sistema produttivo locale, ha attivato il servizio in oggetto, utile alle imprese per creare e gestire digitalmente, in maniera semplice ed efficace, i libri sociali e contabili, che saranno conservati nel rispetto del Codice dell'Amministrazione Digitale, garantendo riservatezza, autenticità, integrità, immodificabilità, fruibilità.
Le modalità di utilizzazione del nuovo servizio ed i vantaggi, in termini di economicità e semplificazione, che ne derivano alle imprese, sono illustrati nel sito: https://libridigitali.camcom.it - al quale occorre accedere per accreditarsi.

Per ogni ulteriore informazione sulle modalità di utilizzo del Servizio, è possibile inviare una mail ad assistenza.libridigitali@camcom.it o chiamare il call center al numero di telefono 06-44285285
* costo delle chiamate secondo il piano tariffario del proprio gestore.

Il servizio Libri Digitali è, naturalmente, facoltativo per le imprese, che potranno ancora utilizzare il sistema cartaceo, con la conseguente vidimazione, ove richiesta, presso gli uffici della Camera di Commercio, secondo le regole e le modalità attualmente vigenti, che restano immutate.

Normativa di riferimento

art. 2215 c.c.
circolare 3407/C del 09/01/97
circolare 3450/C del 16/11/98
Legge n. 383 del 18/10/2001

 

COSTI E MODALITA' DI PAGAMENTO:

I diritti di segreteria e i bolli virtuali possono essere pagati direttamente agli sportelli camerali, in contanti o a mezzo pos PagoPA, all’atto della presentazione dei libri da vidimare e bollare.

In alternativa è possibile il pagamento a mezzo della piattaforma PagoPA.

Il servizio PagoPa della Camera di Commercio di Caserta è accessibile per via telematica:

 

IMPRESE INDIVIDUALI, SOCIETA' DI PERSONE, COOPERATIVE, ASSOCIAZIONI

  • Tassa di concessione governativa
    € 67 per ogni 500 pagine o frazione
    Il versamento può essere effettuato alternativamente: 1) c/c 6007, Agenzia delle Entrate - Centro Operativo Pescara, 2) marche di concessione governativa, atti amministrativi.
  • Imposta di bollo virtuale (per libro)
    € 16.00 per ogni 100 pagine o frazione (N.B. l'importo è raddoppiato per libro giornale ed inventari).
  • Diritti di segreteria (per libro)
    € 25,00 ogni 500 pagine o frazione.

    N.b.: le cooperative edilizie, per ogni libro da vidimare, sono soggette a tassa di concessione governativa pari a € 16,75 ogni 500 pagine o frazione, mentre le ONLUS sono esenti da tale tassa.

 

SOCIETA' DI CAPITALI

Tassa di concessione governativa
Viene pagata in modo forfettario entro il 16 marzo di ogni anno, facendo riferimento al capitale sociale o al fondo di dotazione esistente al 1° gennaio:
1) € 309,87, se il capitale è pari o inferiore a € 516456,90.
2) € 516,46, se il capitale è superiore a € 516456,90.
- Per le società esistenti, va utilizzato il Mod. F 24 (codice 7085).
- Per quelle di nuova costituzione, il versamento va effettuato sul c/c 6007.

  • Imposta di bollo virtuale (per libro)
    € 16.00 per ogni 100 pagine o frazione.
  • Diritti di segreteria (per libro)
    € 25,00 ogni 500 pagine o frazione

CONSORZI TRA IMPRESE

  • Tassa di concessione governativa
    € 67 per ogni 500 pagine o frazione.
    Il versamento può essere effettuato alternativamente:
    1) c/c 6007, Agenzia delle Entrate - Centro Operativo di Pescara.
    2) marche di concessione governativa, atti amministrativi.
  • Imposta di bollo virtuale (per libro)
    € 16.00 per ogni 100 pagine o frazione (N.B. l'importo è raddoppiato per libro giornale ed inventari).
  • Diritti di segreteria (per libro)
    €25,00 ogni 500 pagine o frazione.

AZIENDE SPECIALI E CONSORZI TRA ENTI

  • Tassa di concessione governativa
    Viene pagata in modo forfettario entro il 16 marzo di ogni anno, facendo riferimento al capitale sociale o al fondo di dotazione esistente al 1° gennaio:
    1) € 309,87 se il capitale è pari o inferiore a € 516456,90.
    2) € 516,46 se il capitale è superiore a € 516456,90.- Per le società esistenti, va utilizzato il Mod. F 24 (codice 7085).
    - Per quelle di nuova costituzione, il versamento va effettuato sul c/c 6007 (come chiarito con circolare 90/e del Ministero delle Finanze 27.5.96).
  • Imposta di bollo virtuale (per libro)
    € 16.00 per ogni 100 pagine o frazione.
  • Diritti di segreteria (per libro)
    € 25,00 ogni 500 pagine o frazione.


Responsabile del procedimento:

dr.ssa Maria Rita Botte
e-mail: mrita.botte@ce.camcom.it

Per informazioni attività di Sportello

- dott. Stefano Acerra

e-mail: stefano.acerra@ce.camcom.it

- sig. Francesco Diomaiuta

  e-mail: francesco.diomaiuta@ce.camcom.it

Sede:

Via Roma, 75 - piano terra

Orario di apertura al pubblico:
da lunedì a venerdì ore 8.45 - 11.45
martedì e giovedì anche nel pomeriggio ore 15.00 - 15.45

Ultima modifica: Sabato 8 Giugno 2024